ANTONELLA PROTA GIURLEO


Antonella Prota Giurleo.

Artista e curatrice nata a Milano, ha frequentato il Liceo Artistico di Brera. Ha insegnato Educazione artistica dal 1968 al 1990, dedicandosi nello stesso tempo all’attività politica e alla pratica politica della relazione tra donne. Dal 1996 pratica la pittura, realizza installazioni ed espone le sue opere. Lavora a partire dall’appartenenza di genere e dal senso che per lei hanno le relazioni con le altre persone e con il mondo; esprime la possibilità di costruire vita e arte in armonia con sé stessa, con le persone, con la natura. Lavora ricercando una relazione rispettosa con la natura in un fare che prende spesso forma dal recupero e dal riciclo di materiali. A ciò aggiunge una specifica ricerca sull’utilizzo di materiali ecocompatibili. Cura per il sito d’arte di Oltreluna http://www.women.it/oltreluna la rubrica Natura e cultura. Ha esposto in numerose personali (Italia, Finlandia, Perù, Messico) e collettive (Italia, Spagna, Finlandia, Romania, Belgio, Slovenia, Turchia, Marocco, Messico, Perù, Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Corea, Malesia, Giappone). Ha curato ( In Italia Scampia, Napoli e Sormano, Como) ed ha partecipato ( Italia, Finlandia, Romania, Francia, India, ) a simposi d’arte.

Artist and curator, Antonella was born inn Milan; she attended the “Accademia di Belle Arti di Brera”.

She has taught Art Education from 1968 to 1990, devoting the same time to political activity and political practice of the relationship between women.

Since 1966 She practices paiting, creates installations and exhibits her works.

Her Art starts from the geneder membership and from her deep sense of relationships among people and with the World; she wants to express the possiblity of build life an art in harmnoy wiht herselfm, with people and with nature.

She works seeking a respectful link with nature using the recovery and the recycling of materials , adding a specific research od environmentally friendly materials.

She takes care of the site Oltraluna http://women.it/oltreluna.

She has exhibited in numerous solo (Italy, Finaldn, Peru, Mexico) and group (Italy, Spain, Finland, Romania, Belgium, Slovenia, Turkey, Morocco, Mexico, Peru, Argentina, Chili, Brazil, Colombia, Korea, Malaysia, Japan) She edited symposia as the one in Sormano, Como and Scampia.Naples and èshe participated to different symposia Italy, Finald, Romania,m Francia, India.

PIRJO HEINO

PIRJO HEINO

Stampatrice e curatrice, Pirjo Heino è nata nel 1954 in Finlandia dove vive e lavora.

Nelle sue opere lrappresenta la vita umana in una forma di giardino capriccioso.

Accanto alle mostre d'arte si interessa di musica, letteratura e escursionismo.
Le sue opere sono state esposte per la prima volta al Hameenlinna Art Museum in Finlandia 1971.

Ha partecipato a più di 100 mostre collettive e ha fatto oltre 40 mostre personali in Finlandia.

Dal 1993 è stata invitata a circa 90 fiere internazionali all'estero. Lei
I suoi lavori sono stati esposti in varie mostre si trovano nelle collezioni di vari paesi:
Australia, Austria, Egitto, Estonia, Germania, India, Italia, Ungheria, Lituania, Moldavia, Polonia, Romania, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Regno Unito e Stati Uniti.

Ha partecipato a Simposi d'Arte in Finlandia, Egitto, Germania, Ungheria, India, Italia, Slovacchia, Turchia e negli Stati Uniti.

E' membro delle Associazioni:

Artists 'Association of Hämeenlinna Finlandia (membro del boardvp.1997-07).
Europeo Artists 'Association (membro del Board e e del comitato esecutivo).
Finroart XXI-fondazione (membro del consiglio e curatore in Finlandia).
TransCultyral Exchange (membro).

Xylon International (socia).


Print maker and curator Pirjo Heino was born in 1954. She lives and works in Finland.

Memberships:

Artists’ Association of Hämeenlinna Finland (board m. vp.1997-07).

European Artists’ Association (board m. and executive committee).

Finroart XXI -foundation (a board member and curator in Finland).

TransCultyral Exchange (a member). Xylon International (a member).

In her works she represents the human life in a form of a capricious garden. Beside art and exhibitions she is interested in music, literature and hiking.

First time her works were seen in Hameenlinna Art Museum in Finland 1971.

Since that she has participated more than 100 juried group exhibitions and had more than 40 solo shows in Finland.

Since 1993 she has been invited in about 90 international exhibitions abroad. Her works has been shown in joined exhibitions and situated in collections also inAustralia, Austria, Egypt, Estonia, Germany, India, Italy, Hungary, Lithuania, Moldova, Poland, Romania, Slovakia, Spain, Sweden, Switzerland, Turkey, UK and USA.

She has participated in international art symposiums and conferences in Finland, Egypt, Germany, Hungary, India, Italia, Slovakia, Tsch, Turkey and in USA

GIUSEPPE PISCOPO

GIUSEPPE PISCOPO

Nasce a Napoli dove vive e lavora.

Si diploma all’ Istituto d’arte Filippo Palizzi di Napoli.

Artista poliedrico, dal 2006 decide di passare all’uso della carta e del cartone, dimostrando che questa materia, definita impropriamente rifiuto, è duttile ed espressiva. I cartoni visti non più come involucri, pacchi che racchiudono e conservano qualcosa, ma “contenitori” di una idea, che si concretizza attraverso messaggi visivi. Ha diverse mostre al suo attivo e nel 2008 partecipa al progetto “Scuole Aperte” coordinato dall’ONG “Manitese” sul riciclo dei materiali, con un intervento didattico insieme al musicista Maurizio Capone dei Bungt Bangt. Opere presso la galleria Glauco Cavaciuti Arte di Milano e la galleria Nuvole Arte Contemporanea di Montesarchio (BN).


He was born in Naples where he lives and works. He graduated form the “Art Institute Filippo Palizzi of Naples”.

He’s a multifaced artist, since 2006 he decided to switch using paper and cardboard, demostrating that this matter improperly defined rejection, is expressive and flexible.

The former paper wrappers are no longer seen as wrappers or packages that enclose and preserve someting, but “containers” of an idea which is expressed and flexible.

He has several exhibition to his credit; in 2008 he participated to the project “Open School” cordinated by the NGO ManiTese, on “recycling and he did an cation in a school with the musician Maurizio capone of the Bungt Bangt.

His works are exhibited at the Gallery Glauco Cavaciuti Arte, Milan nad at the Gallery Nuvoloe Arte Contenmporanea of Montesarchio(BN).

FABIO FUMO


FABIO FUMO

Nato nel 1962 a Napoli dove vivo e lavoro.

Il mio lavoro si concentra sulla carta stampata e sugli oggetti di consumo ridotti a pacchetto e assemblati su telai di legno.

Le composizioni rimandano alla sovraesposizione di informazioni e consumi.

Nei pacchetti si trovano frammenti di parole, volti, colori e simboli.

La carta, di qualunque provenienza sia (riviste, quotidiani, elenchi, vere banconote), è il materiale dominante.

Ho esposto in diverse collettive e due personali a Napoli.

Nel luglio 2010 la mia prima esposizione a Barcellona.


I was born in Naples, where I live and work.

My work focuses on print paper and on objects of consumption reduced to package and mounted on wooden frames.

The compositions refer to the overexposure of information and consumption.

In the packages there are fragments of words, faces, colors and symbols.

Paper is my dominant material and I do not care from where it comes from: magazines, pictures, newspapers, directories, real notes...

I have exhibited in several collective expositions and I had two personal in Naples.

In July 2010 I have my first exhibition in Barcellona.

MIRKO BOZZATO

Sono nato a Milano nel 1963 e a Milano vivo e lavoro.

Mi occupo di grafica editoriale, immagine e comunicazione.

Da sempre appassionato di fotografia utilizzo questo strumento per far emergere da ogni luogo che fotografo le sensazioni che questo che mi procura. Utilizzo indifferentemente il colore o il bianco e nero cercando sempre il contrasto cromatico con il soggetto che fotografo: in ambienti e luoghi problematici, ad esempio, tento di trovare “il colore” che c’è per smorzare le sensazioni cupe che naturalmente trasmetterebbero. Pur utilizzando la tecnica digitale evito il più possibile di manipolare le immagini con il computer, mantendo la freschezza (e le imperfezioni) della fotografia tradizionale.

I was born in Milan in 1963 where I live and work. I deal with graphic editorial, image and communication.
I was always passionate about photography and I use this tool to emerge the feeling that any place gives me.

I use either color or black and white and I always look for the color contrast with the subject I photograph in problematic environments and places, for example, I try to find the "color" that is to dampen gloomy feelings that naturally these places communicate. Even if I use the Digital technique I avoid where it’s possible to manipulate images with computer keeping the freshness (and imperfections) of traditional photography.



MARIA HELENA MANZAN

Maria Helena Manzan nasce in Brasile nel 1960, da padre veneto e madre Brasiliana. Si laurea all'Accademia d’arte presso l’Università Federale di Uberlandia, (MG) Brasile, con specializzazione in programmazione visuale.

Della fine dagli anni 90 comincia a scoprire l'America ed l'Europa.

Dal 2002 si trasferisce definitivamente in Italia a Castel san Vincenzo (IS) dove vive e lavora.

Ha tenuto mostre in Brasile e le sue opere sono esposte a New York, Londra, Lisbona, Russia.


Maria Helena Manzan was born in Brazil in 1960, form a Venetian father and a Brazilian mother.

He had a degree from the Art Academy at the Federal University of Uberlandia (MG) Brazil, specializing in visual programming. At end of the 90s she began to discover America and Europe.

From 2002, he moved permanently to Italy in Castel San Vincenzo (IS) where she lives and works.

He has held exhibitions in Brazil and his works are exhibited in New York, London, Lisbon, Russia.


LUDOVICA CATTANEO


GrassettoLudovica Cattaneo nasce a Milano nel 1975. Finito il liceo classico intraprende un percorso di formazione professionale in grafica, illustrazione, fotografia e photoediting. Collabora con l’archivio fotografico Franca Speranza di Milano. Fa esperienza creativa lavorativa in agenzia di pubblicità, realizza i materiali grafico-editoriali dei concerti per l’orchestra sinfonica di Milano G. Verdi e successivamente per l’ONG italiana “AiBi Amici dei bambini”. Nel frattempo, insieme ad altre socie, fonda nel 2006 l’associazione onlus “Le Mille”, realtà che promuove il diritto alla comunicazione (laboratori di italiano e laboratori creativo-espressivi) come diritto alla cittadinanza per tutte le donne migranti, straniere e non. Studia danza afro-contemporanea, compie 2 soggiorni-studio in Africa occidentale (Guinea e Burkina Faso) durante i quali realizza alcuni reportage fotografici.

She was born in Milan in 1975. After High School, with clasical studies, she took a vocational training in graphics, illustration, photography and photoediting. She collaborated with the photo archive Franca Speranza Milan and she did her creative work in an advertising agenecy and she created graphci materials for the Concerts of the Symphony Orchestara of Milan Giuseppe Verdi and for the Italian NGO "Aibi Amici dei bambini (Friends of Children)".

In 2006 she founded together with other members “Le Mille” (The Thousand) a non-profit association which promotes the right to communication (workshops and laboratories creative Italian-expression) as the right to citizenship for all immigrant women. She studied Afro-contemporary dance she did two living-studying in West Africa (Guinea and Burkina Faso) during which he made several Photo reports.


TONY WHITE


Ho studiato architettura, ma in seguito ho preferito approfondire la pittura e la cinematografia.

Dopo i miei studi ho scelto la cinematografia come professione anche per guadagnare, scegliendo di continuare dipingere senza il compromesso del denaro.

Incominciai con l'animazione, con alcuni film (“Yellow Submarine”, “The Wall”)e facendo pubblicità e alcuni cortometraggi sperimentali.

Mi sono poi dedicato alle sequenze dei titoli e agli effetti speciali (“Aliens”), dirigendo film e alcuni documentari.

Mentre facevo tutto ciò ho anche avuto il piacere di lavorare per il teatro, scrivere libri e fare l'illustratore di riviste.

Nel 1991 mi sono trasferito in Francia specializzandomi in arredamento, nel teatro e nell'allestimento di spazi pubblici.

Continuo a dipingere e anche a scrivere; a volte espongo o pubblico i miei lavori, ma solo perché talvolta è necessario.

I started to study Architecture, but changed to Painting and Film Studies. After my studies I chose film as a way to work and make money, painting I would continue without the compromise of money.

First it was animation, films (“Yellow Submarine”, “The Wall”), advertising, experimental short films. Then more title sequences and special effects (“Aliens”), and directing training films and documentaries. While I was doing this I had also worked in theatre and done book and magazine illustration.

In 1991 I moved to France and specialised in décor, for the theatre and public spaces.

During all this time I continued to paint and also to write, sometimes showing my work, sometimes having it published, but always because it was necessary.

MARISA CORTESE


Marisa Cortese nasce a Vercelli nel ‘54, vive e lavora a Verbania; dopo la maturità Artistica e l’Accademia di Belle Arti “Albertina “ di Torino ha insegnato materie artistiche presso diversi tipi di scuole; è docente da 16 anni presso l’Istituto di Grafica Pubblicitaria Ferrini-Franzosini di Verbania; è cromatologa, come artista è presente dal 1980 in mostre nazionali e internazionali, personali e collettive.

Ha partecipato a 65 Simposi; in Italia Verbania, Biella, Varallo S., Sormano, Serino; all’estero:Sant Anton, Mallnitz, St-Michael (O); Bekes, Budapest, Lesencetomaj (HU); Delft (NL); Hovinkartano-Hauho (FI); Essen V.,Stoccarda (D); He Ze (CINA); Puerto Santa Cruz, Santander, (ES); Carei (RO); Se sana (SL); Tessaloniki,(GR); organizza e cura eventi, in particolare Simposi Internazionali d’Arte Contemporanea in diverse città italiane e straniere.

Maria Cortesse was born in Vercelli in 1954. She lives and work in Verbania, after the secondary school and the “Accademia di Belle Arti “Albertina” in Turin.

She has taught art in difrent schools; in the last 16 years She taught at the Institute of Advertising Graphics Ferrini-Franzosini, Verbania.

She is a bracketed and She is present as an artist since 1980 in national and internationa, personal and collective exhibitions.

She participated in 65 Symposia, i Italya: Verbania, Biellam Varallo Sesia, Sormano, Serino; abroad; St. Anton, Mallnitz, St. Michael (O), Bekes, Budapest, Lesencetomaj (HU); Delft (NL); Hovinkartano-Hauho (FI); V. Essen, Stutgart (D); HeZe (China); Puerto Santa Cruz, Santander (ES); Care (RO); Se sana (SL); Thessalonik (GR).

She organizes and manages events, including Internationa Symposium fo Contemporary Art in various Italian and foreign cities.

CHEN LI

Chen Li nasce in Cina (Zhejiang) nel 1972. Dopo la laurea al Politecnico di Torino (1994-1998) in Tecniche e Arti della Stampa, vive e lavora a Torino come graphic designer e artista. Ha esposto tra gli altri a Boston nel 2009 “TransCultural Exchange Here,There and Everywhere: Anticipating the Future of Art”, University of Massachusset, curatrice Mary Sherman); a Delft (Olanda) nel 2009 “4DELFT e nel 2010 alla Triennale Bovisa di Milano “Made in China”.
Il lavoro di Chen Li è caratterizzato dall’uso del segno calligrafico su differenti media che hanno come obiettivo di creare una relazione tra chi guarda e chi crea l’opera.

Chen Li was born in China (Zhejiang) in 1972. After graduating from the Politecnico di Torino (1994-1998) in Techniques and Arts Press, lives and works in Turin as a graphic designer and artist. Has exposed in Boston in 2009 "Transcultural Exchange Here, There and Everywhere: Anticipating the Future of Art, University of Massachusetts, curator Mary Sherman) in Delft (Netherlands) in 2009 "and 4DELFT" 2010 at the Triennale di Milano Bovisa "Made in China".

Chen Li's work is characterized by the use of calligraphic mark on different media that aim to create a relationship between the viewer and who creates the work.


DOROTHEA FLEISS


DOROTHEA FLEISS

1996 -2003 -The Art Institute, Filderstadt, -The Art Institute, Stuttgart, Germany

Riconoscimenti e premi: rappresentante Tedesca nelle suegenti esposizoni:

- Artist in residence at the University of Massachusetts Amherst, UMASS, USA

- Incheon Women Artists’ Biennale, South Korea

- Biennale Dak´Art 2008 Dakar Senegal - Gallery Kemboury

- KOEDO Kawagoe Live Art, Japan

Ha fatto più di sessanta mostre personali dal 1996

Ha partecipato a più di 180 mostre collettive sempre dal 1996

I suoi lavori si possono trovare in collezioni sai private che pubbliche dei cinque continenti


Fine Arts Education

1996 -2003 -The Art Institute, Filderstadt, -The Art Institute, Stuttgart, Germany

Grants and Awards selection: German Representative:

- Artist in residence at the University of Massachusetts Amherst, UMASS, USA

- German Representative Incheon Women Artists’ Biennale, South Korea

- German Representative- Biennale Dak´Art 2008 Dakar Senegal - Gallery Kemboury

- German Representative of the KOEDO Kawagoe Live Art, Japan

More than 60 of Personal Exhibitions since 1996

Participation on more than 180 group exhibition since 1996

Works in private and public collections America, Africa, Asia, Australia, Europe

2° Simposio Internazionale d'Arte Contemporanea di Scampia

Anche quest'anno abbiamo la gioia e l'onore di organizzare ed ospitare il Simposio Internazionale d'Arte Contemporanea di Scampia... per la seconda volta CasArcobaleno potrà traspirare bellezza e creatività per una settimana e lasciare che chiunque desideri possa farne parte e "colorare" Scampia dal di dentro e fuori!
le artiste e gli artisti presenti quest'anno sono:
Brasile: Helena Manzan;
Cina: Chen Li;
Egitto: Ayman El Gazwy, Cristina Bocchialini;
Finlandia: Pirjo Heino;
Gran Bretagna: Anthony White;
Romania: Dorothea Fleiss, Constantin Neacsu;
Italia: Mirko Bozzato, Ludovica Cattaneo, Marisa Cortese, Fabio Fumo, Giuseppe Piscopo, Antonella Prota Giurleo, Tufano.
Inoltre sarà con noi Cristina Rossi, critica d'arte e giornalista, scriverà il testo critico relativo al lavoro delle artiste e degli artisti.
Nei prossimi giorni presentermo le artiste e gli artisti e il calendario dei laboratori e delle performance.
VI ASPETTIAMO MERCOLEDI' 30 GIUGNO h. 20 PER L'INAUGURAZIONE DEL SIMPOSIO E LA MOSTRA DI MAIL ART: "OCCHIAPERTI: GUARDARE, OSARE, SOGNARE" a CASARCOBALENO via Ghisleri Lotto R Scampia Napoli

We have the joy and the honor to organize and host the Second International Symposium of Contemporary Art of Scampia ... once more CasArcobaleno can breathe beauty and creativity for a week and let anyone who wants to join come in and color Scampia outside from the inside!
This year the women and the men of arts are:
Brazil: Helena Manzan,
China: Chen Li;
Egypt: Ayman El Gazwy, Cristina Bocchialini;
Finland: Pirjo Heino;
Great Britain: Anthony White,
Romania:
Dorothea Fleiss, Constantin Neacsu,
Italy: Mirko Bozzato, Ludovica Cattaneo
Marisa Cortese, Fabio Fumo , Giuseppe Piscopo, Antonella Prota Giurleo, Tufano.
Cristina Rossi, art critic and journalist, will write the text critically on the work of artists and performers.
In the coming days we will introduce the women and men artists and the schedule of the workshops and of the performances.
Opening of the Symposium: Wednesday June 30 at 8 pm with the exhibition of our mail art project: "OCCHI APERTI (Open Eyes): to look, to dare, to dream”
CASARCOBALENO
Via Ghisleri Lotto R Scampia - Napoli

World of Difference


La Fondazione Vodafone Italia ci ha contattato per il programma World of Difference, un’idea innovativa per una collaborazione inedita e profonda tra la fondazione stessa, i suoi clienti e dipendenti e gli enti non profit. la fondazione ha offerto ai Clienti e dipendenti la possibilità di svolgere un’attività lavorativa pagata presso di noi per i prossimi 12 mesi.
Il progetto da noi presentato è stato pensato a favore delle donne, sia napoletane che rom del nostro territorio: “Le Donne mantengono desideri e sogni, a volte anche infantili, di cui bisogna prendersi cura e che bisogna riattivare attraverso esperienze di autostima e di consapevolezza vissute nel gruppo perché la coscienza comunitaria è assai utile per aiutare le Signore a sostenersi in modo significativo e duraturo.
Il progetto vuole rivolgersi al femminile di Scampia per offrire loro spazi, tempi e persone affinché:
- ci si prenda cura delle Donne, siano accolte ed accudite costruendo un percorso personalizzato e di gruppo come risorsa esistente nel territorio;
- si valorizzino le ricchezze e le potenzialità personali e di gruppo, la memoria collettiva per evitare sbagli nelle generazioni più giovani;
- siano potenziate le risorse inespresse e inedite, come le loro legittime aspirazioni culturali, espressive….
La cittadinanza attiva e responsabile è il sistema di valori da proporre attraverso attività specifiche e in modo implicito.
L’attività è svolta in vari momenti e in differenti luoghi per aiutare le Signore ad attivarsi anche per la riconquista geografica di spazi umani e sociali occupati dal “sistema” camorra.
La compartecipazione di Donne napoletane e Rom è tentativo d’inclusione sapendo quali dimensioni di prossimità i due gruppi vivano.
il progetto inizierà a settembre/ottobre; per ora la fondazione Vodafone Italia ci ha inviato 4 curricula affinché scegliessimo noi la professionista più adatta… tutto ciò è un’opportunità preziosa e unica per sostenere la cooperazione, attivare progetti, permetterci di offrire esperienze di lavoro valide e giuste e… aiutare le donne!